Due Agosto. La promessa del governo: “Risarcimenti per i familiari entro un anno”

2 agosto 2016 bolognesi corteoBologna, 2 ago. – Gli ostacoli sui risarcimenti ai parenti delle vittime saranno tutti rimossi in tempo per la commemorazione del 2 agosto dell’anno prossimo. Lo promette il sottosegretario Claudio De Vincenti, a margine della celebrazione di questa mattina in Consiglio comunale a Bologna per ricordare le 85 vittime della strage alla stazione nel 1980. Prima che il corteo parta da piazza Maggiore verso la stazione, De Vincenti ribadisce gli impegni presi l’anno scorso a nome del Governo e mantenuti: il reato di depistaggio, la direttiva Renzi sulla desecretazione degli atti “che stiamo applicando” e lo sblocco, seppur parziale, dei risarcimenti.

Quindi sulla legge 206 sarà tutto risolto per il prossimo 2 agosto? “Penso proprio di sì“, assicura il sottosegretario, che punta a risolvere la questione entro l’anno, con la prossima legge di stabilità.

Il presidente dell’associazione delle vittime, il deputato Pd Paolo Bolognesi, teme però “l’effetto anniversario”: promesse fatte per il 2 agosto e poi disattese. “Diverse cose sono state fatte- rivendica De Vincenti- non c’è effetto anniversario, ma la consapevolezza che la memoria è linfa vitale della democrazia e che la ricerca della verità è parte essenziale di tutto questo”. Poi aggiunge, anche rispetto ai fischi che in passato la piazza di Bologna ha spesso tributato ai rappresentanti del Governo: “È giusto che ognuno esprima il proprio dolore e le critiche, che vanno accolte in modo costruttivo. Con i familiari delle vittime abbiamo lavorato bene e continueremo a farlo”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.