Daniele Ara: “Il Pd ha bisogno di una lista alla sua sinistra”

daniele ara presidente quartiere navile pd

Bologna, 10 gen. – “Non sarà certo la magistratura l’avversario del Pd alle prossime elezioni, su questo confido nella serietà dei pm. Alle prossime elezioni se il Pd non riuscirà a rappresentare e comunicare adeguatamente il progetto di governo del sindaco Merola allora si apriranno altri scenari”. E cioè si aprirà l’incognita del secondo turno, con tutti i rischi e pericoli connessi. Lo dice Daniele Ara, democratico e presidente del quartiere Navile, ospite di Bologna Vota, spazio radiofonico che Radio Città del Capo dedica alle prossime elezioni bolognesi. Per Daniele Ara “alle prossime amministrative il Pd potrà solo farsi male da solo”. Il pericolo per il democratico non arriva né dal centro destra (“disorganizzato e senza una visione della città”) né dal candidato dei 5 Stelle Massimo Bugani che definisce “abbastanza bollito”. Quello che serve al partito, per rappresentare al meglio il progetto del sindaco Merola, è “una lista alla sua sinistra che non si riconosce completamente nel Pd e che sia capace di molta attenzione alle dinamiche sociali. Se questo è il progetto allora in quella lista vedrei bene una figura come quella di Roberto Morgantini“. Sulla questione Ara cita due progetti, il residence Galaxy e le Cucine popolari, “due modelli che stanno all’interno del progetto di Virginio Merola e attorno a cui si raccolgono elettori che probabilmente non si riconoscono appieno nel Pd”.

Il podcast della puntata di Bologna Vota.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.