Dai C.S.I./C.C.C.P. a Mercedes Sosa, ecco la nuova Ginevra di Marco

Bologna 15 giu – E’ uscito il 19 maggio La Rubia canta la Negra,  il nuovo album di Ginevra di Marco, membro storico dei C.C.C.P e C.S.I., poi un percorso da solista che l’ha portata sempre più vicina alla musica world e folk, fino a questo omaggio alla grande cantante argentina Mercedes Sosa.

Mercedes Sosa è stato un appuntamento preso con me stessa moltissimi anni fa, nel 1996, quando ero ancora nei C.S.I. – racconta Ginevra di Marco ai microfoni di Piper – un amico mi fece ascoltare Gracias a la vida e io mi sciolsi subito in un pianto immediato, pur non sapendo neanche di che cosa stava parlando quella canzone mi spalancò l’anima e realizzai che c’era tutto un altro mondo lontano da qua da esplorare e approfondire.”

Nato grazie a un crowdfunding sulla piattaforma Becrowdy.com, dove sono stati raccolti più di 20.000€, La Rubia Canta la Negra è un disco dove le tematiche dell’amore si intrecciano con l’impegno sociale e dove la voce diventa lo strumento principale: “noi siamo musicisti che non arrivano dalla musica folk e questo alla fine è stata la nostra forza. Mettermi in gioco in questo senso mi ha fatto scoprire una duttilità vocale che la musica che suonavo prima non mi permetteva. Abbiamo avuto un approccio di grande rispetto, studio, analisi e profusione di grande sentimento , ma sempre con la voglia di restituirlo filtrato attraverso la nostra sensibilità.”

Nel disco non solo brani di Mercedes Sosa ma anche tre inediti, Fuoco a me, scritta da Marco Vichi, il tango di Sulla corda e Saintes Maries de la mer, canzoni che sono nate da questa nuova ispirazione, perché, conclude Ginevra di Marco “Questo viaggio dentro la musica latinoamericana mi ha fatto tornare una nuova voglia di scrivere”.

Il pubblico bolognese potrà vedere Ginevra Di Marco dal vivo sabato 17 giugno sul palco del Botanique.

Ascolta l’intervista a Ginevra Di Marco:

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.