Il Cua ottiene un’aula dall’Unibo. Potrà essere aperta anche di notte

Nautilus

Bologna, 13 ott. – Si chiama Nautilus, come il sottomarino di Verne che combatteva contro il suo tempo ed è la nuova aula studenti in via San Giacomo 11, targata Cua. Un’aula concessa al Collettivo universitario autonomo dalla stessa Alma Mater, con un bando e dopo una contrattazione sulle tre aule occupate dal collettivo in via Zamboni 32 e 38. Il collettivo ha acconsentito a lasciare volontariamente le tre occupazioni, che duravano dal 2010 nel caso delle aule del 38: erano state occupate durante la mobilitazione No Gelmini e ribattezzate in memoria di Vittorio Arrigoni. L’aula al 32 fu occupata l’anno successivo ed era allora utilizzata dall’Unibo come magazzino. Tutte e tre le aule saranno riaperte alle lezioni come aule accessibili agli studenti con disabilità motoria.

Il collettivo continuerà a tenere le proprie assemblee in via Zamboni 38 in un’altra aula, mentre le altre iniziativa pubbliche si terranno nella nuova aula N/AUT – Nautilus Autogestito (questo il nome completo), che avrà la possibilità di essere aperta 24 ore su 24, anche di notte.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.