Cosmic Bloom: un divenire cosmico poetico

cosmic bloom

17 feb. – Se l’universo si compone di ragnatele che uniscono e sciolgono i legami, e se vogliamo dare loro il nome di caso, allora chiameremo così la nascita della band Cosmic Bloom. Manuel Baldassare, fondatore del gruppo e direttore del Au Petit Théâtre du Bonheur, il “Piccolo Teatro della Felicità”, vive a Parigi da sei anni e racconta a Maps che tutto è cominciato all’interno del suo atelier dove ha conosciuto uno dei futuri membri del progetto, la violinista Emma Grace. “L’ho invitata a passare in teatro dove la sera si sarebbe tenuto il Cabaret Voltaire [un evento in stile Dada dove si possono esprimere in totale libertà le proprie proposte artistiche, ndr]. In seguito all’incontro con gli altri componenti, Victor Lazarus (basso/cori) e Pascal Le Pape (flauto traverso/cori), nel novembre 2013 nascono i Cosmic Bloom”.

Il significato del nome racchiude in sé l’intera poetica del progetto. Un divenire cosmico in un’epoca mercificata dalla quale “cerchiamo di fuggire essendo comunque consapevoli di appartenervi” continua Manuel. “Stiamo vivendo in questi anni, quindi ci siamo dentro, ma cerchiamo di viverli con panni diversi da quelli che i nostri anni impongono”. Cosmic Bloom abbraccia differenti forme d’arte, trasformando il live in una performance, ed è Manuel stesso a darci i consigli per assistervi: “Il pubblico dovrebbe chiudere gli occhi, partire in viaggio con noi , lasciarsi abbandonare durante il concerto, dalla musica, dalle vibrazioni.”

Con due album pubblicati, totalmente autoprodotti, e un tour itinerante in corso, la band ha deciso di lasciarsi alle spalle la capitale francese per ritrovare il contatto con la natura. “Questo muoverci, questo peregrinare ci ha fatto riflettere e abbiamo deciso di lasciare Parigi che rimane pur sempre una capitale, quindi molto caotica, per trasferirci nei boschi d’Assisi. Qui apriremo Casa Cosmica” ci spiega Manuele ai nostri microfoni. Un luogo d’arte e poesia pronto ad accogliere artisti e poeti in uno scenario pregno di misticismo e natura ancora incontaminata.

“Quella sarà la nostra base, nel mentre continueremo a girare per suonare in Germania, in Olanda e in Francia.” Un nomadismo che arriverà anche in Italia dove potrete sbirciare le date all’interno del loro sito. Se volete assistere ad uno spettacolo multisensoriale, allora dovreste seguire la carovana dei Cosmic Bloom.

Elena Usai

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.