Concerto Primo maggio, Piazza Maggiore per Freak Antoni

1maggio

Bologna, 29 apr. – Il Primo Maggio il concerto in Piazza Maggiore sarà dedicato al lavoro, ai lavoratori e alla figura di Freak Antoni, storico leader degli Skiantos. A dirlo è il direttore artistico dell’evento Eugenio Finardi. Naturalmente il cantautore milanese prenderà parte all’evento esibendosi in veste di cantante. Sul palco insieme a lui ci saranno, fra gli altri, i membri degli Skiantos e la band Kutso reduce dall’ultima edizione del Festival di Sanremo. L’evento sarà presentato da Luca Bottura. In conferenza stampa Eugenio Finardi spiega che sarà un Primo Maggio “di ideali e non di ideologia” . Potete ascoltare le sue parole nell’articolo di Serena Riformato. Il concerto inizierà alle 17 con il contest dedicato a gruppi musicali giovanili.

Mauro Alberghini nella trasmissione Blues Station (in onda su RCdC il sabato dalle 21.00 alle 22.30) intervista i principali protagonisti dell’appuntamento.

“Mi hanno fatto il grande onore di chiedermi prima di suonare e poi di preparare un cast per questo evento, che chiaramente per me è una festa fra le più importanti”: così Finardi ai nostri microfoni. Il cantante sottolinea che il concerto sarà dedicato alla figura di Freak Antoni che considera il Frank Zappa italiano: “aveva il coraggio di utilizzare l’ironia in musica, in un periodo in cui tutti noi musicisti ci prendevamo molto sul serio”. Una cosa innovativa e sorprendente per l’Italia di quegli anni. Finardi dice di essere molto legato alla città di Bologna e che ora più che mai è importante la parola resistenza. Il cantautore spiega: “a tanti musicisti ho dovuto dire di no”. Tante sono state le richieste  per salire sul palco di Piazza Maggiore. Tutti avrebbero suonato anche senza essere pagati, con la crisi le cose  sono cambiate rispetto al passato.
Ai microfoni della radio Fabio Testoni – in arte Dandy Bestia – ci confida che alla fine del concerto i membri dei suoi Skiantos suoneranno Mi piaccion le sbarbine insieme a Finardi. La band – seppur senza Freak Antoni – suonerà anche sul palco del Primo Maggio di Carpi dalle 16.30 alle 17.30. Poi correrà a Bologna.
Per i Kutso a parlare con noi è il cantante Matteo Gabbianelli. Anche loro prima di suonare in Piazza Maggiore suoneranno in un’altra città. Apriranno alle 15.00 il concertone di Roma per poi prendere di fretta un Freccia Rossa che li porterà nel capoluogo emiliano. “Il fatto che Finardi ci abbia voluto ci inorgoglisce” dice il leader della band, “per noi è una vittoria più questa che andare a Roma”. Suonare a Bologna ha un altro sapore: “Finardi mi ha aperto un nuovo mondo, sono cresciuto ascoltando la sua canzone  Musica ribelle”, spiega Matteo.
Bianco sarà un altro protagonista del concerto bolognese. Si dichiara lusingato di essere stato chiamato da Finardi a partecipare. Alberto Bianco ci parla anche del suo nuovo disco uscito il 3 febbraio, “Guardare per aria”. Pare che il titolo sia una frase che ripeteva spesso suo nonno, figura al quale il cantautore e musicista si ispira: “mio nonno scriveva, dipingeva”. Bianco ci dice che l’espressione vuole significare “cercare di trovare il bello in qualsiasi stato d’animo”. “Tutti oggi guardano per terra, verso il basso o verso il proprio cellulare, io cerco di guardare per aria”. Il nuovo disco è stato scritto in poco tempo e questo, spiega, dà più coerenza ai brani che lo costituiscono.

Gli altri artisti che suoneranno sul palco di Piazza Maggiore saranno Pierodread, Anansi e Maria Devigili.

 

Andrea Lorenzoni (Twitter)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.