Per le strade della Cirenaica. A passo resistente

resistenzeincirenaica

Bologna, 25 set. – Venne chiamata Cirenaica per celebrare le conquiste coloniali in Libia, ma, dopo la caduta del fascismo, il rione bolognese cambiò quasi tutti i nomi delle sue strade, per dedicarli a coloro che combatterono la Resistenza. Domenica 27 settembre l’iniziativa “Resistenze in Cirenaica” vuole far rivivere le “storie di resistenza al colonialismo italiano e al nazifascismo. A partire dalle storie evocate dai doppi nomi di quelle vie”.

A farlo sarà una “brigata di associazioni, centri sociali, fotograf*, registi* musicist* e varie umanità”, in prima fila Vag61, l’associazione Spazi Aperti e il collettivo di scrittori Wu Ming.
Si parte dalla mattina con reading e un pranzo sociale (su prenotazione), un trekking urbano a partire dalle 16 e alla sera, dalle 19,  un happening nel giardino pubblico “Lorenzo Giusti” di via Barontini.

Wu Ming 1 e Cristina Chiavari dell’associazione Spazi Aperti ci hanno raccontato l’iniziativa nei nostri studi.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.