Cimini, il nuovo inizio è “Ancora Meglio”

6 mar. – Ancora Meglio (in uscita questa settimana su Garrincha Dischi) è la prima uscita di Federico Cimini a nome Cimini, “un capitolo diverso della mia vita che ho deciso di aprire pura casualità”. È rimasto col solo cognome per “una questione di semplicità, tanto mi chiamano tutti Cimini”. Federico è di Cosenza, si è trasferito a Bologna per studiare all’Università oramai un decennio fa, il perfetto esempio di “fuorisede, fuoricorso, pure un po’ fuoriclasse”. 
Cimini in questo disco si fa portavoce di ansie e delusioni, ragionando soprattutto sulla propria condizione esistenziale: questo lavoro, il quinto di una carriera iniziata nel 2010, prende forma dopo una lunga pausa artistica. “Per due anni mi stavo annoiando, non mi divertivo più”, ha confessato Cimini ai microfoni di Cotton Fioc. “Mi sono detto: perché bisogna stare per forza dietro a qualcosa, e visto che a me della popolarità non interessava tantissimo, ho preso una pausa”.

Il disco è stato registrato a Medicina, negli studi di Garrincha, etichetta che ha pubblicato questo album. Sono tanti gli incontri e le persone che hanno dato vita ad Ancora Meglio: dietro al banco Carota de Lo Stato Sociale, Nicola Manzan di Bologna Violenta agli archi, Lodo Guenzi ha curato le chitarre del disco. Calcutta, in un pomeriggio, ha dato una mano ed una “spinta motivazionale” per migliorare l’attitudine vocale di Federico, mentre una conversazione a pranzo con Brunori è stata decisiva per le sorti dell’intero lavoro. “Non sono collaborazioni, ci tengo a precisarlo”, puntualizza Federico. “Sono stati tutti momenti nella composizione di questo disco in cui io ho cercato il confronto con altri artisti”.

Ascolta il podcast del live di Cimini ai microfoni di Radio Città del Capo e non perderti il suo esordio bolognese venerdì al Locomotiv.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.