Cie, Forza Nuova in piazza per la riapertura. Il Comune: “Si strumentalizza l’immigrazione”

 

forza nuova

Bologna, 12 gen -Il Comune di Bologna boccia la manifestazione annunciata per sabato da Forza Nuova per chiedere la riapertura del Centro di identificazione ed espulsione (Cie) in città. Gli estremisti di destra hanno annunciato un evento per sabato mattina alle 10.30 in piazza santo Stefano “Contro i privilegi dei prepotenti, per il diritto alla sicurezza e alla nostra identità”.

Da palazzo d’Accursio a prendere parola è l’assessore al Welfare, Luca Rizzo Nervo:”Che si aggiunga un’ulteriore giornata di manifestazioni, con il rischio di tensioni, è un fatto negativo”. Quella dell’immigrazione e delle relative connessioni con la sicurezza sia nazionale che dei territori “è una materia troppo seria” per “lasciarla ad una strumentalizzazione politica fra opposte fazioni”.

Proprio ieri l’assessore ha affiancato il sindaco Virginio Merola nell’incontro con il ministro dell’Interno, Marco Minniti. “E’ stata un’occasione importante di precisazione del progetto del ministero, che prima avevamo letto solamente sulle pagine dei giornali”, dichiara Rizzo Nervo: ieri c’è stato il modo di “confrontarsi” faccia a faccia e questo, sottolinea l’assessore, “nel riconoscimento da parte del mistero, in totale continuità’ rispetto a quanto già avveniva prima, del ruolo fondamentale di Bologna nel sistema di accoglienza italiana“.

“Riteniamo inaccettabile che, autorizzando anche questa «manifestazione» – rispondono dal nodo sociale antifascista – la Questura di Bologna continui a contrapporsi al sentire di questa città. Una città che rifiuta il razzismo, l’antisemitismo, l’islamofobia, l’omofobia, il sessismo, il militarismo e lo squadrismo. Una città che – dalla strage del 2 agosto 1980 alla banda della Uno bianca – ha pagato a caro prezzo le strategie autoritarie dei neofascisti e delle loro sponde negli apparati dello Stato”.

Dal collettivo Làbas arriva una ‘dichiarazione di guerra’ a Forza Nuova. Il collettivo, infatti, annuncia sulla propria pagina Facebook che “non permettera” che piazza Santo Stefano, cuore della città e del nostro quartiere, sia terreno della propaganda fascista e razzista di Forza Nuova”, che “prova a raccattare qualche briciola di visibilità facendo perfino leva sulla ”libertà di espressione”, come se fosse una qualità che ha qualcosa a che fare con la loro ideologia”.

Da parte sua, invece, la Lega nord scenderà in strada già questa sera. Il Carroccio annuncia infatti su Facebook che alle 20 di questa sera farà una fiaccolata in piazza Roosevelt per “sensibilizzare l”opinione pubblica sulla riapertura dei Cie” in quanto, scrive sul suo profilo la consigliera comunale Paola Francesca Scarano, “siamo invasi e minacciati da orde di giovani che non scappano da nessuna guerra e vengono qui ad oziare, tra vestiti griffati e ultimi iPhone, incrementando un mercato già fertile di illegalità”.

(Dire)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.