Chiuso e distrutto l’Arci Guernelli

Bologna, 15 lug. – Dopo lo sgombero di ieri mattina negli appartamenti Acer in via Gandusio, anche il Circolo Arci Guernelli è stato sgomberato senza preavviso. La denuncia arriva dai gestori tramite la pagina Facebook del centro. Con sede nella stessa via, il Guernelli ospitava corsi di italiano per stranieri e uffici delle associazioni che organizzavano le attività, e risulta oggi totalmente inagibile: “18 porte sfondate, tavoli e bar devastati e anche la beffa delle birre e dei succhi di frutta rubati e consumati lì”, scrivono sulla pagina Facebook.

 

“L’idea che si sia usato il pretesto dello sgombero per chiudere dopo 72 anni il Circolo Arci Guernelli ha iniziato a farsi strada”, si legge. Quando accaduto, secondo i gestori dell’Arci, sarebbe da ricondurre alle prime ore del mattino: l’operazione di sgombero è infatti iniziata alle 6.30 di venerdì 14, per concludersi alle 11.00, e proprio in quelle ore “veniva impedito l’ingresso al Circolo“.

“Tutto ciò è assurdo e inqualificabile. Se si pensa di chiudere così la storia del Circolo Arci Guernelli, non si è capito il ruolo prezioso che svolge in città”. Da diversi mesi il Circolo era in attesa di risposte dalle Istituzioni, alle quali era stato chiesto un incontro, e ora invita la cittadinanza martedì 18 luglio alle 18.00 ad incontrarsi per chiarire l’accaduto e proseguire il lavoro.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.