Acer Bologna. Si sblocca il cantiere di via Beroaldo: “Case assegnate entro Natale 2017”

acer via beroaldoBologna, 20 feb. – Il cantiere era fermo almeno dal 2013 a causa dei problemi economici e poi del fallimento della ditta che si era aggiudicata i lavori. E così la palazzina Acer in costruzione in via Beroaldo (angolo via Ungarelli), quartiere San Donato, è diventata a fasi alterne un riparo per i senza casa e a volte un rifugio per gli spacciatori della zona. Inutili gli sgomberi perché, come per anni hanno raccontato gli abitanti della zona, “chi voleva entrare non aveva che da stracciare le reti di protezione”.

Una situazione che Acer ha deciso di affrontare, anche dal punto di vista delle occupazioni. “Questa mattina si sono svolte le operazioni di sgombero definitivo del cantiere in oggetto da parte del personale della Polizia Municipale, presenti i Responsabili di Acer- si legge in un comunicato – Ma la vera novità sta nel fatto che sono stati chiusi gli accessi con modalità tecniche particolarmente efficaci e innovative”. Acer ha deciso di installare “nuovi presidi di sicurezza blindati, porte che impediscono l’accesso a presenze abusive”. A tutti gli effetti il primo atto ufficiale della nuova presidenza di Alessandro Alberani, ex sindacalista Cisl scelto per guidare l’azienda che si occupa delle case popolari della provincia.

“Nei prossimi giorni – dichiara Alberani – si realizzeranno le operazioni di pulizia e di smontaggio dei ponteggi per consentire la ripresa e la conclusione dei lavori edili. La speranza di Acer è che i 37 appartamenti dello stabile siano ultimati ed assegnati entro l’anno. “Così, incrociando le dita, delle famiglie assegnatarie potranno festeggiarci già il Natale 2017”, conclude il direttore generale di Acer Giuliano Palagi.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.