“Carro dei vincitori? Tacopina e Di Vaio ci hanno voluto sul pullman”

Bologna, 10 giu. – All’indomani della promozione del Bologna Calcio in serie A, tocca all’assessore allo Sport Luca Rizzo Nervo rispondere a chi, sui social network, ha accusato lui e il sindaco Virginio Merola di essere saliti sul carro dei vincitori, in questo caso il pullman della squadra che ieri notte ha raggiunto i tifosi in piazza maggiore per festeggiare. “Noi eravamo in piazza a salutare i tifosi e cittadini”, chiarisce Rizzo Nervo, “quando il pullman ci ha incrociato sotto la sede del Comune, il presidente Tacopina e Marco Di Vaio [club manager del Bologna, n.d.r] ci hanno chiamato su”.

Il più diretto è stato il consigliere di Forza Italia Marco Lisei, che sul suo profilo Facebook ha scritto del primo cittadino: “Puvret… Cosa non si fa per una manciata di voti. Il Bologna è in A ma tu resti un sindaco di serie B”, mentre Lucia Bergonzoni della Lega Nord si fa questo augurio: “Il prossimo regalo che possiamo farci potrebbe essere una nuova giunta per il 2016, meno rossa e più verde”.

Ma c’è anche Vincenzo Branà del Cassero, che, sempre su Facebook, polemizza sui festeggiamenti: “È arrivata la notte in cui tutto è concesso: via Marconi coi fumogeni, i bus bloccati, trombe e trombette e niente è “degrado”. Solo le tag?”

Blocca le polemiche e parla di una realtà diversa l’assessore allo Sport, che sottolinea i buoni rapporti con Joey Saputo, presidente del consigli odi amministrazione del Bologna F.C., e la “collaborazione fattiva” con la società calcistica “su molti progetti che durerà ancora per molto tempo per il bene di Bologna e del Bologna”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.