Calvino: “Se con Purdy non ci perdi/è imprudente che lo perdi.” Centolettori, le schede editoriali Einaudi.

23-fb

La scheda editoriale può essere considerata un genere letterario autonomo, fondamentale per le sorti editoriali di un manoscritto, e strumento assai interessante per sondare la cultura di un periodo storico. Einaudi raccoglie in un volume, Centolettori, 194 schede editoriali redatte dal 1941 al 1991, riunendo i pareri di consulenti “organici” della casa editrice, come Cesare Pavese e Italo Calvino, ma anche diversi grandi studiosi che frequentavano le riunioni del mercoledì come Argan, Contini o Segre.

Ne viene fuori un volume complesso, caratterizzato dall’eterogeneità degli sguardi sul mondo della letteratura, dove alcuni scrittori non perdono l’occasione di essere scrittori anche difronte a un lavoro “serio” come la redazione di una scheda editoriale.

Nella seconda parte del programma torna la rubrica L’assassino è il maggiordomo, con Elena Cirioni che ci racconta l’esordio di Sacha Arengo che per l’editore Marsilio ha pubblicato il libro, La verità e altre bugie.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.