Bredamenarini in sciopero. Gli operai: “C’è chi vuole uccidere l’azienda”

bredamenarinibus manifestazione sciopero 10 maggio alberto montiBologna, 10 mag. – Hanno scioperato quasi all’unanimità (adesione al 90%) gli operai e gli impiegati di Bredamenarinibus, storica ditta bolognese di costruzione autobus di via San Donato. Al posto del promesso piano di rilancio dell’azienda sono arrivate 46 procedure di messa in mobilità, l’anticamera del licenziamento per un quarto della forza lavoro dello stabilimento. Licenziamenti che diventeranno reali fra un mese e mezzo, tempo che i sindacati useranno per convincere l’azienda a fare marcia indietro. A partire da venerdì, quando in Regione ci sarà un incontro tra l’azienda, le istituzioni e la Fiom. “Questi licenziamenti saranno l’inizio della fine per lo stabilimento“, ha detto più di un operaio in sciopero. “E’ l’inizio di un meccanismo che porterà alla chiusura, già adesso gli autobus che dovremo fare noi si costruiscono in Turchia. Noi invece qui veniamo a scaldare l’aria, le catene sono ferme e i materiali non arrivano, è da  due mesi che il lavoro è praticamente fermo”, ha aggiunto un altro lavoratore.

Nel 2014 fu firmato un verbale d’accordo alla presenza di azienda, Governo e enti locali e, spiegano i sindacati, “non si prevedevano licenziamenti”. “Avevano parlato di riequilibrio senza accennare agli esuberi – dice uno dei rappresentanti dei lavoratori – inoltre sono stati stanziati 25 milioni di finanziamenti. Eppure all’arrivo del nuovo amministratore delegato le cose sono cambiate, il piano industriale di volta in volta, di riunione in riunione era sempre diverso, mai chiaro. Ed ora dopo mesi di incertezza l’unica cosa sicura sono i licenziamenti”.

Stefano Del Rosso, amministratore delegato di Industria Italiana Autobus, ha spiegato – intervistato da Repubblica Bologna – che gli esuberi erano “annunciati e necessari“, e che una volta licenziate le 46 persone ci saranno nuovi investimenti. I sindacalisti lo descrivono invece come un “affabulatore, un tagliatore di teste, un rottamatore” che sta operando per chiudere, poco alla volta – “uccidendola in silenzio” – l’azienda.

bredamenarinibus manifestazione sciopero 10 maggio

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.