Braccio teso in campo. Luppi cambia squadra, scatta la protesta: “Presidiamo la sua prima partita”

Bologna, 6 dic. – Il suo braccio teso e la sua maglietta fascista hanno fatto il giro d’Italia. Sono passate poche settimane da quel gesto e ora Eugenio Luppi, ex bomber della 65 Futa Calcio di Loiano subito sospeso dalla sua ormai ex società, ha cambiato squadra. Luppi da domenica giocherà nella bolognese Borgo Panigale. Un salto in avanti due categorie, visto che la sua nuova squadra milita in categoria Promozione. La cosa non è passata inosservata. In attesa dell’intervento della giustizia sportiva, a “inseguire” politicamente Luppi è il trio Cgil-Fiom-Anpi di Bologna che annunciano un presidio questa domenica proprio nel campo del Borgo Panigale.

“Presidiamo tutti la partita di domenica 10 dicembre 2017 che si terrà al campo di Borgo Panigale, ore 14,30 in Via Bottonelli – è l’invito di Cgil, Fiom e Anpi – e condanniamo la Presidenza della squadra del ‘Borgo Panigale’, che vergognosamente dichiara ‘ci dovevamo rafforzare’ e l’inqualificabile Luppi, nonché la Lega Nazionale Dilettantistica per non avere ancora preso provvedimenti, compresa la radiazione”.

Cgil, Fiom e Anpi se la prendono con il Borgo Panigale, colpevole dicono “di aver ingaggiato nelle proprie file chi è colpevole di atti ingiuriosi alla memoria di persone che hanno combattuto perla libertà contro ideali fascisti, anche al prezzo della propria vita”. Si legge nel comunicato: “Il gesto inequivocabile, gravissimo ostentato da Eugenio Luppi a Marzabotto, e non a caso a Marzabotto, ha un significato forte di riaffermazione di ideologie passate ma purtroppo sempre più rievocate in molti ambiti della nostra società. Lo sport è da sempre luogo di aggregazione ludica e pulita, accettazione delle regole, del rispetto delle persone e non di oltraggi alla democrazia e al vivere civile. Giustamente ha fatto la squadra Futa 65 a sospendere chi si è approfittato della sua posizione pubblica, per trasmettere un messaggio fascista. Anche il ‘Borgo Panigale’ dovrebbe fare altrettanto, come tutte le squadre di Bologna, città Medaglia d’oro al valore civile e Partigiana”.

Parlando con il quotidiano Repubblica Barbara Antinori, presidente della squadra Borgo Panigale, ha dichiarato due giorni fa: “Ma insomma abbiamo comprato un giocatore, nient’altro. Invece ci stanno chiamando tutti. Siamo in zona play out, abbiamo pensato di rinforzarci con un calciatore notoriamente forte“. Oggi Antinori assicura che Luppi sarà seguito da un’educatrice “per aiutarlo a redimersi”. “La dirigenza della squadra è antifascista”, assicura Antinori. Perché allora avete preso un calciatore fascista? “Nel calcio la politica non deve entrare, e comunque Luppi è scusato. Lo aiuteremo a capire, lo incontreremo anche questa sera. Detto questo questo presidio mi sembra una strumentalizzazione“.

      Barbara Antinori - Borgo Panigale

 

Il commento di Michele Bulgarelli, segretario della Fiom di Bologna. Con la Cgil e l’Anpi la Fiom sarà alle 14.30 al campo del Borgo Panigale (Via Bottonelli ) per quella che potrebbe essere la prima partita di Luppi.

      Michele Bulgarelli - Fiom Bologna

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.