Bologna svagato, anche l’Udinese brinda al Dall’Ara

Bologna, 30 dic. – Ennesima partita buttata via in casa dal Bologna.
Nel primo tempo i rossoblù si fanno preferire per intensità, attaccano, creano qualche occasione senza rischiare nulla. Già al secondo minuto Verdi ha la palla buona su suggerimento del rientrante Di Francesco ma il tiro è deviato in corner. L’Udinese si vede solo di rimessa con un spunto di Lasagna bloccato da Mirante, e alla fine i padroni di casa al 27° passano: azione sulla sinistra, la palla arriva a Verdi che tira, deviazione sfortunata di Danilo che cercando di intervenire alza il pallone alle spalle di Bizzarri.

Sembra in discesa per il Bologna, invece no: al 37° Adnan crossa forte e teso sul secondo palo e così Widmer, abbandonato da Masina e dimenticato da Di Francesco che non fa la diagonale, si trova tutto solo e batte di testa a rete: un tiro non irresistibile su cui Mirante spiazzato non può intervenire, e che alla fine carambola sul palo interno e va in gol. Il tempo si chiude sull’1 a 1.

Ci si aspetta un Bologna più rabbioso nella ripresa, invece parte di gran carriera l’Udinese, con De Paul che rileva Maxi Lopez e subito prende la traversa con Lasagna, pescato in fuorigioco. Ma l’ex carpi si rifà un minuto dopo, al 3°: azione tutta di prima con De Paul che si beve tutta la difesa rossoblù e la mette in mezzo per Lasagna pronto a insaccare.
Per i rossoblù ci sarebbero 42 minuti più recupero per rimediare, ma la partita si complica maledettamente: il Bologna fatica a macinare gioco, deve stare attento alle velenose ripartenze friulane e le occasioni latitano. Donadoni mischia le carte inserendo prima Palacio per Nagy e poi Taider per Donsah, ma il risultato non cambia, anche se l’argentino qualche buona triangolazione la mette insieme, ma non basta. Al 20° Gavillucci grazia Behrami già ammonito che stende Palacio, Mirante protesta e si becca il giallo. Oddo scampato il pericolo toglie subito il centrocampista e mette su Fofana. I rossoblù si rendono pericolosi solo al 32° con Destro, molto positivo anche oggi, che pescato in area stoppa e tira d’istinto ma Bizzarri respinge.

E’ il segnale che oggi non gira bene: l’ultimo scampolo di gara, allungato da ben sette minuti di recupero, è uno sterile assedio all’area Udinese, che se la cava sempre senza troppi affanni. Al 3° di recupero Mirante si butta in area e colpisce di testa cercando di imitare Brignoli ma il tiro è centrale e il portiere friulano blocca. E’ l’ultima occasione, poi la gara si spegne: Oddo brinda alla quinta vittoria consecutiva, Donadoni in conferenza stampa, molto arrabbiato, mastica amaro: ancora una volta il Bologna fallisce la prova di maturità e si fa superare da un’Udinese dignitosa ma non trascendentale, a causa delle consuete amnesie difensive.

Il girone d’andata per il Bologna  finisce a 24 punti: molti se ci si guarda dietro, pochi se si vuole ambire a giocare un ruolo diverso in campionato.

Bologna-Udinese 1-2
Bologna (4-3-3): Mirante; Mbaye, Gonzalez, Helander, Masina; Donsah (18°st Taider), Pulgar, Nagy (10°st Palacio); Verdi, Destro, Di Francesco (28°st Falletti). Allenatore: Donadoni
Udinese (3-5-2): Bizzarri; Stryger, Danilo, Samir; Widmer, Barak, Behrami (24°st Fofana), Jankto (37°st Halfredsson), Adnan; Lasagna, Maxi Lopez (1°st De Paul). Allenatore: Oddo
Arbitro: Gavillucci di Latina
Tabellini dei gol: 27°pt Danilo (aut.), 37°pt Widmer, 3°st Lasagna

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.