Bologna rilancia la protesta contro la “Buona scuola”

landini scuola bologna

Bologna, 13 giu. – Lo sciopero della fame contro il disegno di legge Buona scuola, in discussione al Senato, a Bologna si conclude domenica 14 giugno, ma la staffetta passa a Ferrara, dove si parte lunedì 15 giugno. La protesta promossa da insegnanti, genitori e studenti nel capoluogo emiliano-romagnolo si sta diffondendo in altre regioni e Bologna rilancia con una nuova forma di presidio, un’ora al giorno davanti all’Ufficio scolastico regionale (a Bologna in piazza XX settembre), come ci racconta la voce di un manifestante raccolta da Giovanni Stinco questa mattina al banchetto vicino all’Ufficio scolastico provinciale in via de’ Castagnoli

Stamattina al presidio è passato anche il segretario della Fiom Cgil Maurizio Landini, che sul librone di testimonianze che ora verrà portato a Ferrara ha voluto lasciare un suo ricordo: “Io sono tra le persone che non hanno potuto studiare perché la mia famiglia non aveva i mezzi economici. Proprio per impedire che il diritto all’istruzione sia impedito battiamoci insieme per una scuola pubblica”.

Landini, in città per partecipare a Rena, il festival delle comunità in cambiamento in corso a Palazzo Re Enzo, ai manifestanti contro il ddl sulla scuola ha detto: “La vostra non è una battaglia di settore”

landini librone scuola

Giovanni Stinco e Benedetta Aledda

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.