Bologna. Arriva il reparto di vigili con spray urticante

Bologna, 10 giu. – Arriva lo spray urticante in dotazione al Corpo di Polizia municipale di Bologna. Una svolta a cui il Comune lavorava da tempo, al tavolo di trattativa coi sindacati, e che, stando alle parole del sindaco Virginio Merola, ha preso ora una piega decisiva. È proprio il primo cittadino a parlarne, questa mattina a margine della piantumazione di 19 alberi al parco della Zucca, in occasione del G7 Ambiente ospitato in questi giorni sotto le Due torri. Palazzo D’Accursio creerà un reparto ad hoc, che “è in formazione- spiega Merola- una sessantina di vigili dedicati in particolare a intervenire in situazioni tipo piazza Verdi o dove è necessario. Avranno dotazioni maggiori e una formazione maggiore dedicata a questo, tra cui lo spray al peperoncino” e lo potranno usare “per evitare o contenere aggressioni“, precisa il sindaco. Inoltre, agiranno “in coordinamento con le forze di polizia quando c’è bisogno di contenere situazioni particolari”. Il reparto, continua il sindaco, “esiste già: si tratta solo di potenziarlo”. Allo stesso tempo, spiega Merola, “il centro storico sara’ riorganizzato, tornera’ ai vigili normali e si forma un reparto sicurezza territoriale che agira’ dove necessario”. Come quello che istitui’ l’ex sindaco Giorgio Guazzaloca? “Si’ esatto- condivide Merola- era una buona idea”.
Ma la nuova dotazione per la Polizia municipale di Bologna non si ferma qui. “Anche sulla microtelecamera si sta ragionando“, afferma il sindaco, ovvero uno strumento tipo ‘spy-pen‘ che “viene acceso dal diretto interessato quando è necessario. Con le nuove tecnologie si può fare- sottolinea il sindaco- ma si farà più avanti perché c’è un bando da un milione di euro per rinnovare tutte le telecamere e tutte le attrezzature. Ed è previsto anche quello”. Il bastone distanziatore, invece, al momento resta in sospeso. “Per ora di sicuro passa lo spray al peperoncino- spiega Merola- ma la trattativa continua” con i sindacati (Dire).

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.