Bologna. Ancora scontri tra studenti e polizia davanti alla mensa

Bologna, 27 ott. – Terzo giorno consecutivo di proteste contro il caro-mensa da parte del Collettivo universitario autonomo (Cua) di Bologna. E per la terza volta piazza Puntoni è stata teatro di tafferugli tra i manifestanti, circa una sessantina, e gli agenti in tenuta anti sommossa.

Poco fa, infatti, le proteste degli studenti si sono concluse con una dura carica da parte degli agenti, contro cui, prima, erano state lanciate delle uova.

Due ragazzi e una ragazza sono stati fermati in seguito a uno scontro tra un cordone di studenti e gli agenti, ma sono stati liberati poco dopo. I manifestanti hanno gridato slogan come “Tutti liberi subito”, e altre frasi contro la Polizia. La tensione è, poi, scemata e gli studenti si sono organizzati per un pranzo popolare in piazza Puntoni. Dal collettivo confermano che le iniziative di protesta per ottenere dall’Università un tavolo in cui discutere sui prezzi della mensa proseguiranno ad oltranza. Intanto il sindaco Virginio Merola ha commentato così gli scontri della giornata di ieri: “Si è trattato di un normale intervento di Polizia”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.