Biografilm festival. Il bello delle vite degli altri (anche quelle digitali)

biografilm

Bologna 9 giu.- Apre il 10 giugno una delle edizioni del Biografilm festival più ricca di sempre. Il festival, diretto da Andrea Romeo, dedicato ai racconti di vita rilancia ancora per questa sua dodicesima edizione che durerà fino al 20 giugno con 89 film in totale di cui 21 anteprime mondiali. Quest’anno il tema è la raccontare la civiltà digitale e a questo sarà dedicato anche uno dei film principi, “Lo and Behold” di Werner Herzog (venerdì 10 alle 21.45 in sala Scorsese della Cineteca) che con uno sguardo assolutamente proiettato in avanti racconterà del futuro che è già qui e dei robot che si sviluppano nei centri di ricerca negli Stati Uniti che spesso sorgono accanto alle vecchie fabbriche dell’era fordista.

Il festival si aprirà già questa sera all’Unipol auditorium con “The music of stranger: Yo- Yo Ma and the silk road ensemble” del permio Oscar Morgan Neville, un film in anteprima italiana che racconta la bellezza di un progetto musicale composto da elementi di diversa provenienza geografica e culturale. Venerdì 10 giugno una proiezione che è stata tenuta segreta fino a pochi giorni fa: “The Black Sheep” di Antonio Martino, film prodotto dalla casa bolognese Bo film. Con un racconto personale, il film getta uno sguardo sulla Libia post rivoluzione e accompagna lo spettatore in un viaggio emotivo tra gli ideali delusi di un giovane e la sua spinta verso un futuro migliore, all’insegna del rispetto dei diritti umani e della libertà di espressione. Questo giovane si chiama Ausman e sarà presente all’anteprima mondiale per questo film che è inserito nel concorso internazionale.

E proprio della giuria del concorso internazionale sarà presidente Hussain Currimboy che si occupa di documentari al Sundance festival di Robert Redford.

“Il Biografilm oggi ha la forza e la struttura di lavorare tutto l’anno con 20 persone – ha spiegato il direttore artistico Romeo – quest’anno ci siamo accorti che è successo qualcosa nel documentario italiano, abbiamo lavori di primissima qualità”.

Al festival si potrà vedere anche “Ma ma – Tutto andrà bene”, pellicola con Penelope Cruz che dà il volto al cartellone del biografilm diretta da Julio Medem. E’ la storia di una giovane madre cui viene diagnosticato un tumore al seno e che rimane per giunta incinta mentre affronta la malattia. L’anteprima nazionale sarà il prossimo 11 giugno alle 19 al cinema Arlecchino.

Alla conferenza stampa di presentazione del Biografilm era presente anche l’assessore regionale alla cultura Massimo Mezzetti che ha sottolineato come la regione “rinnoverà” la convenzione con il Biografilm e “la arricchirà” rispetto ai circa 200 mila euro attuali.

Il festival si chiuderà al teatro Comunale con una serata speciale dedicata a Marina Abramovic e la proiezione di “The space in between” sul viaggio della Abramovic in Brasile.

Abramovic

Anche quest’anno al festival si abbinerà il Bio parco nel parco del Cavaticcio con concerti e possibilità di bere e mangiare. La madrina del Bio parco è la cantante Nada che terrà anche un concerto. Inoltre saremo li per le dirette: venerdì 10, mercoledì 15 e giovedì 16. Venite a trovarci!

bio parco

Tutte le informazioni e il programma sul sito del Biografilm.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.