Bignami (Fi): “Mandiamo i militari in Bolognina”

galeazzo bignami a bologna votaBologna, 20 dic. – “Sono un uomo di destra fatto e finito”. Si definisce così Galeazzo Bignami, capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale e ospite di Bologna Vota, lo spazio radiofonico che Radio Città del Capo dedica alle prossime elezioni amministrative del 2016.

“La scelta del candidato sindaco del centro destra per Bologna – ha detto Bignami –  sarà fatta a livello nazionale con una logica spartitoria, purtroppo in città non si sono fatte le primarie perché incredibilmente la Lega ha detto ‘no’. In questo momento stiamo cercando un nome civico, ammesso e non concesso che piaccia a Salvini, altrimenti Bologna dovrebbe andare alla Lega Nord”.

Per il consigliere regionale di Forza Italia a Bologna “servirebbe più Dio, patria e famiglia” e “più identità” intesa come il recupero di quella “bolognesità che nel 1999 Guazzaloca riuscì a riprendersi”. Poi c’è il tema della Bolognina, con le paure dei commercianti per le frequenti spaccate e l’allarme per un possibile tentativo di racket. Secondo Bignami il tema “degrado” si affronta in due modi. Chiudendo l’accesso alle case popolari ai non italiani (“non dico prima gli italiani, dico solo gli italiani, gli stranieri nessuno li ha invitati, sono un corpo estraneo che non si vuole integrare”) e riattivando il progetto ‘Strade sicure’, con pattuglie miste di militari e poliziotti nel quartiere.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.