Bici+treno. Regione e Trenitalia: “Stiamo trattando”

Bologna, 16 gen. – La Regione Emilia Romagna e Trenitalia si incontreranno a breve, forse a metà della prossima settimana, per discutere la reintroduzione dell’abbonamento bici+treno. La conferma la dà l’assessore ai trasporti Raffaele Donini che in una nota scrive: “Stiamo valutando con Trenitalia la possibilità di istituire un titolo regionale che consenta di recuperare, superando l’accordo nazionale tra Fiab e Trenitalia, l’accessibilità ai treni della regione con condizioni di abbonamento simili alle precedenti”.

Poche ore prima, sempre con una nota, era stata Trenitalia a dire che nulla impediva la reintroduzione dell’abbonamento, ma che a deciderlo doveva essere Viale Aldo Moro.

L’abbonamento, istituito oltre una decina di anni fa da un accorto tra le Ferrovie e la Fiab, era stato cancellato nel dicembre scorso durante la riconversione digitale del servizio di bigliettazione. A far partire la protesta, che in rete ha raccolto decine di migliaia di firme, era stata Sara Poluzzi, che da 8 anni viaggiava da Bologna a Imola con la sua bicicletta spendendo poco più di 120 euro e che, con la cancellazione dell’agevolazione, avrebbe dovuto spendere oltre 800 euro.

A schierarsi a favore della reintroduzione dell’abbonamento erano stati, nei giorni scorsi, vari partiti politici: dalla Lega Nord al Movimento 5 Stelle. Anche Sinistra Ecologia e Libertà si era mossa e il prossimo 22 gennaio, insieme alla Fiab e all’associazione Salvaiciclisti, incontrerà l’assessore Donini. Probabile che in quella sede l’assessore presenterà già la soluzione del problema.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.