Tra bici e guide migranti: il nuovo viaggio di It.a.cà

Bologna, 20 mag – Un viaggio a piedi per le vie della Bologna interculturale e in bici per scoprire gli itinerari enogastronomici. It.a.cà quest’anno offre nuovi itinerari.

Dal 22 maggio al 7 giugno torna il festival del turismo responsabile con una settima edizione ricca di eventi. Quest’anno, oltre a coinvolgere Bologna e le principali città dell’Emilia Romagna (Parma, Reggio Emilia, Ferrara, Rimini, Ravenna e Forlì), la manifestazione approderà anche in Trentino dall’1 al 7 giugno.

Il primo giorno si apre alle 11 con “Bologna con gli occhi dei nuovi cittadini”, l’itinerario interculturale  che attraverserà le strade della Bolognina. Il quartiere sarà raccontato dalle voci dei residenti di origine straniera. “Attraverso questo evento – ha detto Pierluigi Musarò, direttore del festival, durante la conferenza stampa di presentazione del festival – daremo spazio alle nuove forme di narrazione della città“.

      Migrantour

 

La nuova edizione, inoltre, darà ampio spazio al cicloturismo. La giornata di apertura sarà interamente dedicata alla promozione del turismo su due ruote. In agenda un convegno e due workshop. Uno, con il coinvolgimento delle istituzioni regionali, per insistere sulla necessità di mettere in rete le infrastrutture del territorio dedicate alla ciclomobilità; l’altro indirizzato agli operatori turistici per implementare l’offerta per chi si muove in bici.

      cicloturismo

 

E poi, molti itinerari: da quello enogastronomico, dove i ciclisti saranno accompagnati da un cuoco per scoprire i sapori della città, al viaggio intermodale tra Trento e Bologna, con bici, treno e barca che ha già raggiunto il numero massimo di partecipanti. “Vorremmo allungare la lista – ha detto Musarò – ma ci sono limiti dovuti all’uso del treno e della barca con la bici. Questo ci dice che c’è ancora molto da fare per sviluppare i viaggi intermodali”.

Nel fitto programma anche musica, teatro, arte, incontri e workshop. Come quello dedicato a disabili e non per scoprire quanto sia accessibile la città di Bologna. Saranno messe a disposizione 80 sedie a rotelle che daranno vita a una “scarrozzata” per la città domenica 24 maggio.

Il 22 maggio, inoltre, sarà presentata la seconda edizione del Premio turismo sostenibile, per la valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio culturale, la promozione dell’enogastronomia e del cicloturismo. I primi sei classificati riceveranno 5000 euro a testa per dare attuazione ai propri progetti.

L’assessore per la promozione al turismo del Comune di Bologna Matteo Lepore, presente alla conferenza stampa, ha sottolineato l’importanza di dare presto attuazione alla legge regionale sull’economia solidale, approvata nella legislatura precedente. “Il Comune di Bologna – ha aggiunto Lepore – ha intenzione di fare un patto di collaborazione con le varie realtà che si occupano di economia solidale. Riteniamo che sia un bene comune da valorizzare”.

di Martina Nasso

 

 

 

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.