As Madalenas live: “Basta con gli stereotipi sul Brasile”

asmadalenas

Bologna, 23 lug. – “C’è sempre questo benedetto stereotipo di mezzo” ci ha detto Cristina RenzettiTati Valle ha aggiunto: “si parla di ‘carioca’, ‘spiagge di Bahia’, ‘cocktail di cocco'”. Insomma il duo italo brasiliano As Madalenas sembra non gradire le semplificazioni che vengono fatte sul Brasile e sulla musica. Ad Aperto per Ferie le due cantanti ci hanno raccontato un po’ di loro e del disco Madeleine che hanno dato alle stampe il 3 luglio scorso.

Questo è il loro primo lavoro insieme e, ad ascoltarlo bene, non è riconducibile alla tradizione brasiliana tout court. Al samba e alla lingua portoghese si intrecciano infatti le tradizioni del cantautorato italiano, dello swing, del jazz, della musica manouche, e anche uno stile del tutto originale, moderno e di ricerca. Brani come “Deusa do Amor” assumono una personalità che può fare pensare alla musica sacra antica, ma anche al folk anglosassone. Il rincorrersi delle voci può ricordare il contrappunto della musica barocca, con i controcanti vengono create armonie ipnotiche. Un album, questo, composto da dieci tracce di cui due originali: “Olhar Do Mar”, scritta da Tati, e “Ciranda da Chuva”, scritta appositamente per il duo dal compositore Steve Girotti. I restanti brani sono tutte cover, tra cui spiccano “Simply Are” di Arto Lindsay e “Madeleine” di Paolo Conte. Nell’incisione sono stati inseriti i pezzi che piacciono di più al pubblico, ci hanno detto le due artiste, aggiungendo che altre canzoni originali troveranno spazio molto probabilmente nel loro prossimo disco.

Le nostre ospiti si sono conosciute al matrimonio di un amico comune, anche lui musicista; prima di allora si conoscevano solo di fama, per i rispettivi lavori solisti. Era l’estate del 2013 e, dopo quel  primo incontro, Cristina ha chiesto su facebook a Tati di rivedersi. Così le due ragazze si sono date un appuntamento. Dove? Sotto l’ombrellone di una spiaggia abruzzese, vicino alla quale si trovavano entrambe, e proprio lì per la prima volta hanno cantato e suonato la chitarra insieme. Prima di arrivare a Madeleine, le As Madalenas hanno calcato i palcoscenici per svariato tempo e hanno avuto modo di far tesoro dei feedback delle persone che si trovavano davanti sera dopo sera. L’album è “fedele al live”, spiegano, anche se figurano, in alcune tracce, degli ospiti, come Gabriele Mirabassi al clarinetto, Giancarlo Bianchetti alla chitarra, Marco Zanotti alle percussioni, Tolga During alla chitarra manouche.

Prima di salutarci, abbiamo anche chiesto quali dischi il duo si sarebbe portato sulla proverbiale isola deserta. Cristina ha scelto Chico ao vivo di Chico Buarque, mentre Tati consiglia Aquarius di Joice Moreno e Joao Donato. Insieme le ragazze ci hanno regalato tre canzoni in versione live: “Marcianito”, “Um calo de estimacao” e “Deusa do amor”. Potete ascoltarle qui sotto, insieme ad altre curiosità, aspettando il loro live di domani a San Mauro Pascoli insieme a Maria Gadù.

Andrea Lorenzoni

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.