Arabo alle scuole elementari? “Una fortuna, soprattutto per gli italiani”

gessetti-scuolaBologna, 10 mar. - Corsi di arabo alle scuole elementari? La notizia delle lezioni di arabo gratuite (e facoltative) per i bimbi della scuola primaria di Molinella (Bo) ha fatto il giro dei quotidiani nazionali, con tanto di commenti su una presunta ‘integrazione al contrario’. “Non c’è nulla di nuovo o scandaloso in questi corsi”, spiega Arcangela Mastromarco, docente con un’esperienza ventennale nell’insegnamento dell’italiano e responsabile a Milano di una rete dedicata all’insegnamento dell’italiano come seconda lingua.

Secondo Mastromarco quella di Molinella è stata una “scelta lungimirante“. Lungimirante per i bambini stranieri, che hanno la possibilità di non perdere il contatto con la propria lingua madre, e lungimirante per i bimbi italiani, che in età giovanissima hanno la possibilità di imparare una lingua molto ricercata, anche nel mondo del lavoro. Tanto è vero, spiega ancora Mastromarco, che a Milano corsi di questo tipo si organizzano da anni anche per i bimbi delle scuole elementari. “Il monolinguismo è una malattia tipicamente italiana, ma come dice l’università di Urbino si può curare. Insegnare ai bimbi una ‘lingua altra’ è una risorsa e una ricchezza in più per tutti”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.