Apparat al Comunale: torna roBOt Festival

apparat

9 giu. – Si svolgerà al Teatro Comunale di Bologna il 20 settembre il debutto italiano di Soundtrack Live, il nuovo tour di Apparat che vede il musicista tedesco esibirsi in musica scritta per il teatro e per il cinema, accompagnato dal collettivo Trasforma. L’occasione è il tradizionale concerto inaugurale del roBOt Festival, la manifestazione internazionale dedicata alla musica elettronica e alle arti digitali che arriva quest’anno alla sua ottava edizione, dopo l’enorme successo dell’ottobre 2014.

Sasha Ring, questo il vero nome del musicista, non è nuovo nella sperimentazione musicale cinematografica e teatrale: ha recentemente lavorato alla colonna sonora del film Il giovane favoloso di Mario Martone e alle musiche della rappresentazione teatrale dell’opera di Tolstoj Guerra e Pace. Da queste esperienze è nato un tour, che partirà ad agosto in occasione del Katovice Festival e lo porterà in Italia per altre quattro date oltre a quella bolognese.

Uno spettacolo che si preannuncia a 360 gradi, garantito dalla presenza dei Trasforma: gli artisti tedeschi si occuperanno dei visuals e dei contenuti multimediali, ingredienti fondamentali della formula roBOt che, infatti, propone anche quest’anno il bando call4roBOt mirato ad individuare progetti innovativi e contenuti originali nell’ambito delle arti digitali e aperto fino al 14 giugno.

Il sovrintendente del Teatro Comunale Nicola Sani e il presidente dell’Associazione Shape Francesco Salizzoni concordano nel sottolineare l’importanza del concerto inaugurale del roBOt Festival, che quest’anno si terrà dal 7 al 10 ottobre a Palazzo Re Enzo e alla Fiera di Bologna, che rinnova così la partnership con il festival mettendo a disposizione due padiglioni e una metratura più ampia, arrivando a coprire il 25% di spazio in più rispetto all’edizione 2014. “L’intento – prosegue Salizzoni – è quello di migliorare i servizi, ridurre i tempi d’attesa e offrire al pubblico un’esperienza completa, aumentando anche l’interazione con le installazioni digitali presenti nei luoghi deputati alla musica dal vivo”.

Intanto, la direzione artistica del Festival ha svelato i primi dieci artisti in programma: Squarepisher, Trentemoller, Powell, Clark, Nina Kraviz, Ben Ufo, Evian Chist, Levon Vincent, Nathan Fake e il duo Sherwood&Pinch. Un elenco di pilastri della club culture, per un festival che tende a crescere ancora e che punta all’internazionalizzazione e a creare attrattività verso la città di Bologna.

In attesa della promettente prossima edizione del festival, qui sotto si può vedere il video recap di roBOt 07:

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.