Antonio Rezza: “Andate a chiedere ai direttori dei teatri dell’Emilia Romagna perché non ci chiamano”.

Bologna, 16 mar. – Freschi vincitori del Leone d’Oro alla carriera, la coppia Rezza Mastrella torna sabato 17 al Teatro Duse di Bologna con Fotofinish, spettacolo del 2003 che continua a girare con successo, nonostante i quindici anni, e che anzi, sta vivendo una nuova giovinezza: “è stata la nostra rivoluzione – racconta Antonio Rezza ai microfoni di Piper – lo spettacolo a cui sono più affezionato. La critica ci diceva di continuare a fare spettacoli con i quadri di scena e invece noi rifiutando di essere addomesticati, abbiamo cambiato direzione”.

Sempre lo stesso il metodo di lavoro: Flavia Mastrella crea in maniera indipendente i suoi habitat e Antonio Rezza li riempe di movimento. “Nessuno dice all’altro cosa fare, lavoriamo insieme da 32 anni, in completa anarchia relazionale”

E ora che finalmente anche le istituzioni hanno riconosciuto il lavoro di Antonio Rezza e Flavia Mastrella, le possibilità di esibirsi sono aumentate?

“Non è cambiato niente. Bologna resta una delle 3 città in Italia in cui lavoriamo da sempre, ma l’Emilia Romagna è una regione che in trent’anni non c’ha mai ospitato. A noi restano precluse città come Ferrara, Ravenna Modena, Reggio Emila Parma, dopo 32 anni di lavoro integgerimo e intregralista, questa è una vergogna. Il perchè? Andate a chiederlo a chi gestisce questi teatri. Ma questa non è una lamentela, a noi non toglie nulla, ma toglie a chi vorrebbe venire a vederci.”

E a chi teme che il riconoscimento ufficiale possa levare loro mordente, Rezza risponde senza tentennamenti: “indebolirci? no di certo. Questo rafforzerà ulteriormente la nostra intransigenza e la nostra cattiveria”

Ascolta l’intervista completa ad Antionio Rezza

FOTOFINISH

sabato 17 marzo | ore 21:00

RezzaMasterlla, Fabbrica dell’Attore e Teatro Vascello

Antonio Rezza, Flavia Mastrella

di Flavia Mastrella, Antonio Rezza

e con Ivan Bellavista

(mai) scritto da Antonio Rezza

habitat Flavia Mastrella

La durata dello spettacolo è di un’ora e quaranta minuti senza intervallo

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.