Anteprima. A Room Full of Sparkles, per celebrare Linkous

16990386_10210770249804253_94926891_o

28 feb. – Alle ore 1.20 del pomeriggio del 6 marzo 2010, il leader degli Sparklehorse, Mark Linkous, si spara al cuore. Quel giorno, il panorama musicale perde una stella, come avvenne con Jeff Buckley nel 1997 ed Elliott Smith nel 2003, con i quali il musicista condivide sonorità capaci di abbracciare contemporaneamente cantautorato e la dinamicità tipica di una rock band. A sette anni di distanza dal suicidio di Linkous, l’etichetta Oh!Dear Records, gestita da Tea Campus, celebra il musicista con la raccolta A Room Full of Sparkles, una rivisitazione intima dei suoi brani da parte di sedici band, italiane e scozzesi. “A tutti quelli che hanno partecipato è stato chiesto di scegliere il proprio brano preferito per reinterpretarlo, registrarlo e mixarlo nel loro studio, cameretta o sala prove”. Carta bianca con una sola clausola: fotografare il luogo dove è stata creata la canzone, con l’obiettivo di raccogliere una galleria emotiva visiva che andrà a comporre un libretto digitale scaricabile insieme all’album con un download gratuito. Ecco l’intervista realizzata con Tea e alcune delle fotografie relative alla raccolta.

      Tea Campus - Intervista

 

Tra le band compaiono progetti fantasma, nati esclusivamente per commemorare il musicista, come C.L Henderson o Tyndall, altri sono artisti presenti già da un paio d’anni sulla scena musicale indipendente quali i Synthetic Trees e Urali, in studio questo pomeriggio per uno showcase. L’uscita ufficiale della compilation è il 6 marzo, in occasione dell’anniversario, ma qui sotto potete ascoltarla in anteprima, mentre la presentazione live avverrà l’11 marzo a Sassari, sul palco del The Hor.

Elena Usai

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.