Animali. Botti vietati a Bologna a Capodanno, provincia in ordine sparso

Bologna 30 dic.- Molti comuni in tutta Italia, grandi e piccoli, hanno deciso di vietare i botti di Capodanno in particolare per gli animali, soprattutto i cani, che si spaventano molto a causa delle esplosioni di botti e fuochi e d’artificio. A Bologna il divieto sarà in vigore dalle 18 del 31 dicembre alle 7 dell’1 gennaio. Non così nel resto della città metropolitana: a San Lazzaro di Savena e a Casalecchio di Reno botti vietati, a Crevalcore è stato approvato un ordine del giorno che invita i cittadini a non esploderli ma non c’è stata un’ordinanza, a San Giovanni in Persiceto è stata fatta una deroga all’esplosione dei botti proprio per la notte dell’ultimo dell’anno. Insomma, anche in questo caso si va in ordine sparso.

A San Giovanni in Persiceto opera il canile del nuovo Rifugio di Amola di cui Stefania Centonze è una delle animatrici. Già lo scorso anno aveva raccontato che il suo cane Alex deve essere sedato per poter sopportare gli scoppi. “Invito tutti a passare il Capodanno al canile – spiega – per rendersi conto dell’effetto che hanno i botti sugli animali”. “Bella” una cagna del rifugio, pur essendo in una gabbia vuota (tutte le misure di sicurezza erano state prese per evitare che si facesse male) si è ferita perchè ha cercato in ogni modo di scappare; è rimasta nel panico per una settimana.

“Usiamo la fantasia per non fare male agli altri” è l’invito di Stefania.

L’intervista

la foto, tratta dalla pagina Facebook del Nuovo rifugio di Amola, ritrae il cane Nando, uno degli ultimi arrivati al rifugio

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.