Amministrative 2016. I candidati a confronto sulla mobilità

Bologna, 15 mag. – Sistema ferroviario metropolitano, people mover, passante di mezzo e bicicletta: questi i temi principali emersi nel dibattito radiofonico organizzato giovedì scorso durante KmZero a pedali. Attorno ad un tavolo, sotto le arcate di Dynamo, abbiamo messo a confronto l’assessore uscente e ricandidato per il Partito Democratico in sostegno a Virginio Merola, Andrea Colombo, con Vanni Pancaldi, futuro assessore alla mobilità in caso di vittoria del candidato sindaco del Movimento 5 stelle Massimo Bugani, Gino Onofri, presidente di Cosepuri e candidato di Bologna Insieme per Manes Bernardini sindaco, Francesca Paola Scarano, candidata della Lega Nord in sostegno a Lucia Borgonzoni, Vittorio Marletto dei Verdi che sostengono Matteo Badiali e il candidato di Coalizione Civica Francesco Luca Basile che appoggia il candidato sindaco Federico Martelloni.

Colombo vorrebbe proseguire il lavoro svolto negli ultimi 5 anni all’insegna di una mobilità più sostenibile; Pancaldi propone una svolta: stop al People Mover, più Sfm e maggiore coinvolgimento reale dei cittadini nelle decisioni; Onofri sostiene che il passante di mezzo non sia una buona soluzione ed è convinto che la stragrande maggioranza dei cittadini sceglierà sempre l’auto privata per spostarsi, quindi che l’amministrazione debba agevolarli e non ostacolarli; Scarano è molto critica verso i Tdays, vorrebbe rivedere le pedonalizzazioni per agevolare anziani e disabili ed “educare i ciclisti”; Marletto propone di puntare di più sulla mobilità ciclistica e realizzare una preferenziale sui viali di circonvallazione per agevolare gli autobus; Basile propone di bloccare il passante di mezzo e di investire sul sistema ferroviario metropolitano attraverso una ecotassa da applicare sui camion che transitano da Bologna.

Get the Flash Plugin to listen to music.