Amianto. Un altro morto alle Ogr. “Impotenza e rabbia ci stanno logorando”

ogr bologna 1
Bologna, 16 sett. – Quattrocento morti e ancora non è finita. Continuano a morire gli ex operai e tecnici delle Ogr di Bologna, lavoratori che nei decenni scorsi sono entrati in contatto con l’amianto mentre riparavano carrozze e locomotive. Settimana scorsa è morto Sergio Negroni, colpito da un mesotelioma pleurico, tumore che non lascia scampo. Oggi se ne è andato Luciano, caporeparto verniciatore in pensione. Aveva 70 anni.

Uno stillicidio senza fine, l’impotenza e rabbia stanno logorando le menti dei vivi alle Ogr, il non riuscire a far niente per vivere sereni non è sopportabile”, scrive su facebook Salvatore Fais, ex rsu e memoria storica delle officine.

Tra gli ex lavoratori delle Ogr ci sono almeno 6 persone che stanno lottando col mesotelioma pleurico, una forma di tumore legato all’esposizione all’amianto che lascia un’aspettativa di vita di pochi anni.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.