All’Akkatà la quinta edizione del Peppino Festival

web-volantino-camminata

Bologna, 7 mag – Musica, pensieri, parole e passi. Sono questi gli ingredienti della quinta edizione del Peppino Festival, la tre giorni di dibattiti, concerti, mostre dedicati all’antimafia, organizzata a San Giovanni Persiceto dal circolo Arci Akkatà. Il festival è nato, come ha ricordato Giovanni Gaspare Righi durante Eclektica, per rendere omaggio a Peppino Impastato, il militante antimafia ucciso a Cinisi la sera del 9 maggio 1978.

L’inaugurazione è prevista per la sera di venerdì 8 maggio, alla presenza dell’assessore regionale alla cultura, Massimo Mezzetti, e del sindaco di San Giovanni, Renato Mazzuca. Fino a domenica sono previsti incontri, dibattiti, presentazioni di libri e concerti. Quest’anno, inoltre, il circolo Arci Akkatà in collaborazione con Uisp ha organizzato la Strapeppino, una marcia non competitiva di 10 mila passi (circa 8 km), con partenza dalle Budrie, una delle località del comune, fino alla sede del circolo, in via Cento 59 a San Giovanni. La partenza è fissata alle 10.30 da via Giuseppe Impastato.

Ogni sera sarà la musica a prendere il posto delle tavole rotonde e dei dibattiti. Sul palco, nelle tre serate, si alterneranno Le Altre di B, i Rumba de Bodas, Nuju, Winona, Il giro del mondo in mondeo e i finalisti del contest Cindierella. Domenica sera, gli ultimi a calcare il palco saranno Max Collini (cantante degli Offlaga Disco Pax) e Jukka Reverberi (Giardini di Mirò) che presenteranno il loro spettacolo, “Spartiti”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.