Al via la Festunità “aperta a tutti” e che “non teme contestazioni”

Festunità_2015_confstampa

Bologna, 24 ago. – “Una per tutti”: è questo lo slogan scelto dal Partito Democratico di Bologna per la festa provinciale, in programma al Parco Nord dal 26 agosto al 21 settembre. Uno slogan rivolto sia all’interno che all’esterno del partito, spiega il segretario Francesco Critelli. Una festa che, per 27 giorni, vedrà impegnati circa 10 mila volontari e che, secondo il responsabile dell’organizzatore Fabio Querci, dovrebbe vedere 1 milione di visitatori.

E’ proprio Querci a snocciolare i numeri della festa: 2,9 milioni di euro di entrate previste, per un utile netto di circa 280 mila euro, necessari al Partito per il suo funzionamento. Negli oltre 32 mila metri quadri della festa, ci saranno 16 ristoranti gestiti dai volontari così come una decina di bar, oltre ad altri 30 punti ristoro gestiti dai privati. “Ci sarà anche la ruota panoramica itinerante più grande d’Italia” dice soddisfatto Querci.

Festunità_2015_ruota

Dal punto di vista politico, nei 27 giorni di festa, la sala dibattiti centrale, dedicata a Renato Zangheri, ex sindaco Pci di Bologna scomparso ad inizio agosto, vedrà alternarsi nei dibattiti politici tutti i ministri a targa Pd. Oltre alla sala dibattiti centrale, hanno spiegato, Critelli e Raffaele Persiano, responsabile del programma, sarà allestita anche una sala dibattiti più piccola, ribattezzata “sala metropolitana”: soprattutto in questo luogo si parlerà di politica locale, con l’occhio alle amministrative del prossimo anno. Pur essendo una festa “di campagna elettorale” il segretario Critelli ha assicurato che non sarà “di propaganda, ma di ascolto”. “Siamo aperti al confronto con chi non la pensa come noi” assicura il segretario provinciale che precisa: “Distinguiamo le critiche dalle contestazioni che impediscono di parlare”. Il pensiero va alle ripetute contestazioni che hanno avuto luogo in aprile quando in Montagnola si è tenuta la festa nazionale celebrativa dei 70 anni delle Feste de l’Unità. Nel caso di contestazioni, annuncia Critelli, “le respingeremo con fermezza”.

Sul fronte degli spettacoli, nello scoperchiato (prima dal vento, e poi non riparato, ndr) Pala Nord verrà allestita un’arena per concerti e spettacoli nella quale è prevista anche l’esibizione degli Eiffel 65, uno dei gruppi dance più noti al grande pubblico italiano. “Ci sarà anche un concerto dei Nomadi” assicura Querci.

Get the Flash Plugin to listen to music.