Arte Fiera 2017. “Quantità non vuol dire qualità”

ArteFiera

Bologna, 26 gen. – Sbarca in città l’edizione numero quarantuno di Arte Fiera, dal 27 al 30 gennaio, quest’anno guidata dalla nuova direttrice Angela Vettese.

Presenti 178 espositori totali e 153 le gallerie, un numero inferiore rispetto all’anno scorso, perché, come sostiene la nuova direttrice “quantità non vuole dire necessariamente qualità”.

Grande attenzione verrà riservata alla fotografia, alla ricerca di nuovi modelli che si contrappongano allo stile Facebook e allo stile Instagram dominante, perché “gli autori sono quelli che ribaltano i modelli offrendocene di nuovi”.

Tra le novità presenti va segnalato l’impiego di Mediatori culturali, in campo per “aiutarci ad orientarci o disorientarsi”

Inoltre, nell’anno del quarantennale della famosa performance che Marina Abramović e Ulay fecero proprio a Bologna (Imponderabilia), grande attenzione verrà riservata ai progetti time specific site specific, raccolte nella sezione Special Projects a cura di Chiara Vecchiarelli, una serie di progetti pensati per essere fruiti in un determinato momento, contro l’idea dell’arte immortale che abbiamo ereditato dal passato.

Ai microfoni di Piper, la direttrice di Arte Fiera 2017 Angela Vettese:

      VETTESE

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.