Acqua agli occupanti, chiesta archiviazione per Merola

merola frascaroli critelliBologna, 1 mar. – Al termine delle indagini, la Procura di Bologna ha ritenuto che non sia stato commesso abuso di ufficio con la decisione di allacciare l’acqua a due immobili occupati abusivamente. I Pm Antonello Gustapane e Antonella Scandellari hanno infatti chiesto l’archiviazione per il sindaco di Bologna Virginio Merola, (difeso dall’avv. Vittorio Manes), l’assessore al Welfare Amelia Frascaroli, (avv. Alessandro Gamberini), e l’assessore alla Casa Riccardo Malagoli. Le ordinanze erano di aprile e maggio 2015 e la contestazione riguardava la violazione dell’articolo 5 del piano casa. Ma secondo i Pm, il fine primario è stato quello di dare assistenza igienico-sanitaria ai minori, ai portatori di handicap e agli anziani presenti negli edifici occupati, l’ex Telecom di via Fioravanti e lo stabile di via De Maria. E’ stata dunque inoltrata al Gip richiesta di archiviazione per mancanza di dolo. Gli atti sono stati comunque trasmessi ai Pm della Corte dei Conti.(ANSA).

Su facebook il commento del sindaco: “Allacciare l’acqua a chi ne ha bisogno non è un reato. La richiesta di archiviazione di oggi da parte della Procura di Bologna conferma che ho fatto bene. L’ho detto e lo ripeto: da sindaco lo rifarei altre mille volte. Per me i cittadini sono tutti uguali a prescindere dalle loro condizioni personali e vanno aiutati quando ne hanno bisogno”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.