A Bologna profilassi per un “caso importato di dengue”

Bologna, 11 set. – Il Comune di Bologna fa sapere che sono state attivate le misure di profilassi per “un caso importato di dengue”. Il virus ha colpito un cittadino domiciliato a Bologna e il caso interessa “alcune aree dei Quartieri Santo Stefano e Navile”. Dopo la segnalazione, ieri pomeriggio, da parte del dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl di Bologna, “sono state immediatamente attivate le misure di profilassi”, fa sapere il Comune, ovvero, nelle notti fra il 10 e il 13 settembre, la disinfestazione delle aree pubbliche circostanti l’abitazione della persona colpita (come previsto dallo specifico protocollo regionale) e delle aree frequentate dalla stessa” e “la disinfestazione e rimozione di eventuali focolai larvali accedendo alle aree private”.
Palazzo D’Accursio ricorda che la dengue “è una malattia infettiva che normalmente ha un decorso benigno con una fase acuta che dura circa una settimana, mentre possono rimanere dolori articolari per alcuni mesi” e coglie l’occasione per ricordare l’importanza dei trattamenti contro la zanzara tigre, sia di quelli “eseguiti a cura dell’amministrazione comunale” che di quelli privati.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.