A Bologna il candidato sindaco che fa campagna elettorale su Tinder e Grindr

federico martelloni coalizione civica

Martelloni il 17 maggio durante la Giornata Internazionale Contro l’Omofobia e la Transfobia

Bologna, 23 mag. – Il candidato sindaco di Bologna per la lista di sinistra Coalizione Civica, Federico Martelloni si è iscritto a due app social che solitamente poco hanno a che fare con la comunicazione politica: i noti siti per incontri Tinder e Grindr. Di solito usate per trovare l’anima gemella o l’avventura di una serata, Martelloni ha deciso di usare le due popolari app social per dare la caccia agli elettori. Insomma, se c’è chi fa campagna elettorale nelle classiche piazze, c’è anche chi (ed è il caso di Martelloni) prova ad allargare il concetto e sperimentare una comunicazione nuova.

“Da oggi sono su Tinder e Grindr perché ritengo sia importante interloquire con i miei concittadini e concittadine anche su piazze virtuali come queste, normalmente dedicate alle relazioni d’amore e di amicizia. Se la gente non frequenta la politica per disinteresse o sfiducia, chi come me si propone di riportare non solo i giovani al voto ma tutti ad occuparsi della cosa pubblica, ha il dovere di andare incontro alle persone. Prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, accesso alla contraccezione di emergenza, sessualità consapevole: di tutto questo si può parlare raggiungendo un pubblico nuovo con un linguaggio nuovo”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.