A Bologna disability manager senza compenso. Dalla Mora: “Deve essere pagato”

Bologna, 11 ott. – Egidio Sosio è il primo disability manager del Comune di Bologna, già coordinatore e formatore all’Isituto per ciechi Francesco Cavazza e presidente della sezione bolognese dell’Unione italiana ciechi. Lo ha nominato il sindaco Virginio Merola, che ha dichiarato: “Sosio si occuperà di verificare che gli interventi del Comune siano armonici e non in contrasto rispetto alle tante difficoltà che le persone disabili incontrano”,  a partire dalle barriere architettoniche. “L’accessibilità non è solo un problema di mobilità”, sottolinea Sosio, ma riguarda “i servizi, la cultura, la sanità”. Per ora il suo ruolo non è stato ancora definito nei dettaglia, di sicuro non avrà nessun compenso perché si tratta di un lavoro volontario. “Deve essere pagato”, sostiene invece Rodolfo Dalla Mora: il presidente Società italiana disability manager parla di un approccio sbagliato, “perché il compenso è alla base della professionalità”. E aggiunge che il manager non deve essere una fotocopia della consulta delle associazioni che si esprimono sui temi delle disabilità, “ma un tecnico dello staff del sindaco”.
Ne abbiamo parlato questa mattina durante Oltre le mura con Sosio e Dalla Mora. Ecco il podcast della trasmissione.

Get the Flash Plugin to listen to music.