99 Posse: “Un disco da ascoltare con la pancia e il cervello”

99 Posse Ll

20 mag. – Dopo due anni dall’uscita del remake di Curre curre guagliò, i 99 Posse tornano con un album di inediti intitolato Il Tempo. Le Parole. Il Suono. “Un disco istintivo dove facciamo i conti con noi stessi, con quello che siamo stati e con quello che saremo” racconta Luca “‘O Zulù” Persico ai microfoni di Maps, domani sul palco del Laboratorio Crash insieme al resto del gruppo e agli Assalti Frontali. “Da qui la scelta del titolo: il tempo, le parole e il suono sono i tre ambiti dove siamo riusciti a mantenere intatta la nostra alterità e con cui facciamo i conti quotidianamente”. Questa l’intimità che scorre nelle tracce, colta perfettamente dalla copertina del disco, realizzata da Totto Renna, o Super Totto (uno dei massimi esponenti della Pixel Art) e che ritrae la band nuda sul palco. Un intimismo che emerge nell’intera discografia dei 99 Posse, ma in particolare durante il processo creativo di quest’ultimo disco: “Abbiamo creato i brani senza confrontarci durante le nostre abituali riunioni, dalle prime stimolazioni sono nate immediatamente le canzoni”, ci spiega Luca. “Io stesso ho scritto molte cose in maniera differente rispetto alla mia abitudine storica. In concomitanza con la nascita di mio figlio ho capito che non è necessario ragionare per mesi sulle cose da dire, le dico e basta. Le parole provengono dalle mie viscere“.

Il disco non si muove solo nell’intimo dei componenti, ma rappresenta anche uno sguardo sul mondo esterno, protagonista dell’ultima traccia “87 ore“: ” è  il titolo di un film, diretto da Costanza Quatriglio, dedicato a Francesco Mastrogiovanni e alle 87 ore trascorse legato ad un letto d’ospedale durante un T.S.O.”, racconta Luca. “Al termine di queste ore, Francesco muore per un edema polmonare e la pellicola racchiude i filmati dei suoi ultimi giorni, ripresi dalle telecamere di sorveglianza”. La lettura politica di questi abusi di potere rappresenta una delle essenze dei 99 Posse, una volontà che accompagna sin dall’inizio il loro percorso musicale che a fine 2016 compie 25 anni: “In questo album ci guardiamo indietro e facciamo i conti con tutto ciò che siamo, con la società che ci circonda e i cambiamenti. Il bilancio che viene fuori è assolutamente positivo“.

Domani i 99 Posse saranno all’IBS alle 18 per presentare il disco, la sera suoneranno al Crash insieme agli Assalti Frontali.

Elena Usai

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.