Nel 2017 riaprirà il cinema Modernissimo, chiuso da 10 anni


Bologna, 14 dic. – Chiuso da dieci anni, nel 2017 l’ex cinema Arcobaleno riaprirà al pubblico e si chiamerà Modernissimo, il nome originale della sala sotterranea quando ha aperto nel 1915. E’ questo il progetto del Comune, che, con la collaborazione di Unindustria affiderà la struttura alla Cineteca di Bologna.

I lavori di ristrutturazione della sala cinematografica inizieranno nel primo trimestre del 2016 e, secondo i piani del Comune, alla fine dell’estate 2017 i bolognesi potranno accedere nuovamente al cinema nel sottopassaggio. E per quanto riguarda proiezioni e programmazione il cinema Modernissimo potrà contare sulla collezione della Cineteca.

Per il restauro sono già stati messi in campo 2 milioni e mezzo di euro provenienti da Comune, Cineteca e Unindustria e “si avvicina il raggiungimento dei 3,5 milioni previsti per i lavori”, scrivono in un comunicato Comune e Cineteca.

Il progetto si inserisce nel più ampio piano di riqualificazione del sottopassaggio di via Rizzoli, che preveden anche l’apertura di attività commerciali al piano superiore. Un restyling che verrà effettuato tramite i fondi strutturali europei e che mira a “ricucire fisicamente questi spazi sotterranei, per farne un polo culturale collegato alla Sala Borsa”, spiega il sindaco Virginio Merola.

Prima della guerra il sottopassaggio di via Rizzoli sotto palazzo Ronzani rappresentava “la prua della modernità, una sorta di Rinascente bolognese, luogo di incontro culturale che ospitava un caffè, un cinema e un teatro”, sottolinea il direttore della Cineteca Gian Luca Farinelli che considera il restauro dell’ex Arcobaleno “un grande progetto culturale per la città“.

di Giovanni Panebianco

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.